Macchine Virtuose

Concerto in forma di spettacolo, le macchine virtuose non si devono considerare come entità fisiche ma come un insieme di astrazioni.
Ogni macchina comprende varie parti: l’insieme degli spettatori, l’insieme degli eventi (sonori e visivi), l’ambiente che le comprende. Le macchine si creano spontaneamente solo quando i loro elementi, per ragioni molteplici e particolari, si trovano in perfetta sincronia. Ogni macchina nel suo funzionamento coinvolge la totalità dei suoi elementi ma il suo scopo supera la comprensione di un singolo componente.

Musica: Luigi Ceccarelli
Messa in scena: Gianfranco Lucchino,
Interpreti: ARS LUDI – percussioni, Oscar Pizzo – pianoforte, Suyun Kim – pianoforte, Manuel Zurria – flauto, Luigi Ceccarelli – regia del suono, Gianfranco Lucchino – regia luci e multivisione, Elly Nagaoka – realizzazione immagini, Renato Piselli – realizzazione multivisione
Realizzazione Elettroacustica: EDISON Studio (Roma).

Leggi di più

ENGLISH

The “Macchine Virtuose” (Virtuousic Machines) are to be considered not a physical entities but as a group of abstractions.
Each single machine is made of several parts which include the audience, sonic and visual events and spacial surrounding. The machines appear spontaneously only when their elements for multiple reasons find themselves in perfect synchrony. Each machine is involved in achieving this synchrony without focusing on a single component.

Music by: Luigi Ceccarelli
Staged by: Gianfranco Lucchino,
Performers: ARS LUDI - percussion, Oscar Pizzo - piano, Suyun Kim - piano & electronics, Manuel Zurria - flute, Luigi Ceccarelli - live electronics, Gianfranco Lucchino - stage direction and multivision, Elly Nagaoka - image realization, Renato Piselli - multivision realization
Live Electronics: EDISON Studio (Roma).

Read More