Antonio Caggiano

Antonio Caggiano

Bio MySpace

 

 

Intraprende la sua formazione di percussionista al Conservatorio dell’Aquila con il M° Striano, perfezionandosi in seguito con G. Burton e D. Friedman, e di compositore S. Cecilia in Roma con i Maestri Bianchini e Nottoli. Attento alle esperienze piùinnovative della scena musicale internazionale, nel 1987 dà vita con Ruggeri all’Ensemble Ars Ludi con cui partecipa a importanti festival e rassegne nazionali e internazionali, intrecciando rapporti di collaborazione con alcuni fra i maggiori compositori contemporanei (tra gli altri: Ambrosini, Andriessen, Battistelli, Bryars, Bussotti, Ceccarelli, Curran, De Pablo, Duckworth, Part, Reich, Volker-Heyn) con i quali si è esibito in Europa, Stati Uniti, Cina, Canada, Mexico, Sud America, Africa etc.

Attivo per molti anni nelle maggiori istituzioni lirico-sinfoniche italiane, dal 1998 al 2003 è stato timpanista dell’O.C.I. diretta da Salvatore Accardo. Nella sua esperienza di professore d’orchestra ha collaborato con importanti direttori quali: L. Bernstein, G. Sinopoli, R. Chailly, L. Maazel, D. Gatti, E. Morricone, W. Sawallish, M. W. Chung, Z. Mehta, R. Fruhbeck De Burgos, etc.
Lavora in qualità di solista con diversi gruppi da camera: PMCE, Solisti della Filarmonica, Algoritmo, Roma Sinfonietta, Contempoartensemble col quale presenta al Maggio Musicale Fiorentino in prima italiana “Six Japanese gardens” in Visual Concert di K. Saarihao.

Docente di strumenti a percussione presso il Conservatorio di Frosinone, si interessa da sempre alla commistione di linguaggi artistici diversi. Scrive musiche per il teatro, la danza e collabora con artisti visivi quali I. Ducrot, C. Accardi e F. Mauri, B. Diodato. Egli stesso ha partecipato alla mostra ”Le opere e i giorni” presso la Certosa di Padula su invito di A. Bonito Oliva con il quale ha collaborato inoltre in qualita’ di performer al ciclo di trasmissioni “A.B.O.RDO DELLE ARTI” rubrica di arte contemporanea, ed al progetto: “Il Ribelle Imminente” presentato alla X edizione del “Festivaletteratura di Mantova”.

Nel 2006 ha ricevuto l’ABO d’argento – sezione musica – per essersi distinto nella ricerca compositiva contemporanea. Ha tenuto corsi di interpretazione sulla letteratura per strumenti a percussione al Cantiere Internazionale d’arte di Montepulciano, seminari alla Sibelius Accademy di Helsinki e stages in varie parti del mondo (Nairobi, Pechino, Berlino, Algeri, etc.).

Ha registrato per emittenti radiotelevisive di molti paesi e ha inciso per la RCA, per la EMI, per la Edipan, per la Lovely Music (USA), Stradivarius, La Brilliant classics e per la D.G.G. con l’Accademia di S. Cecilia.